Livorno 2018, il Congresso Straordinario dell’Associazione Nazionale Commercialisti

Tags : michele pizzuto, anna santucci, marco cuchel, associazione nazionale commercialisti,
Embed Code

Un resoconto sull’attività e sui risultati raggiunti negli ultimi due anni e un’occasione per programmare gli ultimi due del secondo mandato dell’era Cuchel alla guida dell’Associazione Nazionale commercialisti. Con questi scopi ma non solo si è riunito al Grand Hotel Palazzo di Livorno il Congresso Straordinario ANC. Ascoltare le indicazione della base riportate dai delegati congressuali, per andare incontro alle esigenze di professionisti alle prese con un mestiere in continua evoluzione e trasformazione, tecnologica e normativa.

Secondo il Presidente Marco Cuchel si deve lavorare alla creazione di un blocco granitico tra istituzioni di categoria la cui formazione passa anche attraverso la soluzione del nodo specializzazioni.L’idea di creare percorsi specialistici all’interno della professione ha sempre goduto del favore di Anc, ciò che non piace delle Saf è il loro carattere elitario. Lo sforzo economico richiesto per l’accesso alle scuole di alta formazione e le ore di presenza obbligatoria ai loro corsi sono eccessivi, andrebbero dunque a costituire una linea di demarcazione tra professionisti specializzati e dunque di serie a e gli altri, di serie b. Il dibattito con il Consiglio Nazionale sul tema è ancora aperto

Il Congresso ha visto anche la presentazione delle mozioni a modifica dello Statuto, discusse e approvate in assemblea a fine di rendere l’attività dell’Associazione più snella e veloce a livello operativo.